In forma dopo il parto

Dopo la nascita di un bimbo è normale ritrovarsi con qualche chilo in piĂą rispetto a prima della gravidanza. Ma non disperate: con un po’ di astuzia e un minimo di impegno è possibile recuperare la silhouette di un tempo.

La nascita di un bebĂ© comporta profondi cambiamenti nel corpo di una donna. Il parto lascerĂ  dei chili  in eccesso e magari il timore che ritornare alla forma di un tempo costerĂ  una grande fatica e notevoli sacrifici. In realtĂ  la natura è in grado di bastare a se stessa e se si ritornasse allo stile di vita del prima gravidanza si sarebbe fisiologicamente in grado di ritornare alla vecchia silhouette nell’arco di 12-18 mesi. Purtroppo molto spesso subentrano vari fattori che portano ad alcuni vizi comportamentali responsabili addirittura di un ulteriore sovrappeso post partum, molti dei quali “figli” della delicata fase depressiva che colpisce molte donne nei primi mesi di vita del loro bambino. Se si è seriamente intenzionate a perdere peso in tempi brevi, le strade sono due: mangiare molto meno e fare molto movimento oppure mangiare un po’ meno e fare un po’ piĂą di movimento. Noi suggeriamo quest’ultima strategia: meno restrittiva e piĂą adatta a una mamma alle prese con un bebĂ©.

 

10 REGOLE D’ORO

1 UNA DIETA CORRETTA

Una neomamma, soprattutto se allatta, ha bisogno di un regime alimentare sano ed equilibrato. Se non avete molti chili da smaltire, potete mangiare tutto, privilegiando frutta e verdura di stagione e limitando i cibi grassi. Se siete sovrappeso (oltre i 7-8 chili), meglio affidarvi a un dietologo.

2 PESARSI REGOLARMENTE

Può essere utile annotare le vostre variazioni di peso su un diario o su un foglietto che appenderete vicino alla bilancia. La pesatura va fatta settimanalmente, preferibilmente al mattino appena sveglie e senza indumenti addosso. Trascrivere i chili che avete perso o ripreso vi aiuterà nel vostro obiettivo di dimagrire.

3 ESSERE REALISTE

Non mettersi in testa di perdere 10 chili in un paio di mesi o di arrivare al battesimo del bambino con due taglie in meno. Anche in questo caso il pensiero positivo aiuta: anzichĂ© puntare sui chili da perdere, ripetetevi “presto riuscirò a entrare nei miei vestiti di prima”.

4 SAPER DIRE DI NO AGLI ECCESSI

Molto spesso si mangia senza fame e senza voglia, quasi automaticamente. Evitate di cadere in questa trappola. Siate contenute nelle porzioni a voi destinate e sappiate far fronte a chi insiste che avete bisogno di mangiare di più per il solo fatto che state allattando.

5 MUOVERSI!

L’ideale sarebbe frequentare 1-2 volte alla settimana un corso in palestra ad entrata libera (così potete andarci quando il bebĂ© dorme e recuperare se perdete una lezione). Potete scegliere tra yoga, acquagym, pilates, stretching o tai chi, attivitĂ  dolci che consentono benefici psico-fisici.

6 REAGITE ALLA MALINCONIA

Siete felicissime, ma c’è un inspiegabile velo di tristezza che accompagna le vostre giornate. Probabilmente siete alle prese con quello che gli americani chiamano “blues”, ovvero la depressione post partum. A soffrirne è il 70% delle puerpere. Per affrontarla nel miglior modo possibile è importante uscire dal proprio guscio. Non restate sole e parlatene con il vostro partner chiedendogli maggiore aiuto e coinvolgimento.

7 SENTIRSI DONNE, NON SOLO MAMME

Si è così prese dalla cura del bambino e dalle mille incombenze di casa che finite per trascurarvi. Cercate di ritagliarvi degli spazi per voi stesse: un massaggio rilassante, un film con un’amica, una lettura che vi appassiona. Non rinunciate alla vostra femminilitĂ : un filo di trucco, un salto dal parrucchiere, l’acquisto di un abito…

8 RITROVATE LA COMPLICITĂ€ CON IL VOSTRO PARTNER

Molto spesso l’arrivo di un bambino mette in crisi la coppia, in quanto la donna si concentra prevalentemente sul piccolo. E’ importante invece cercare sempre la complicitĂ  del proprio partner: spazio quindi alla tenerezza, al dialogo, ai giochi preludio di una sessualitĂ  tenera e amorosa.

9SEX TIME!

Si consiglia di attendere almeno un mese prima di riprendere i rapporti sessuali per consentire al collo dell’utero di ritornare alla normalitĂ . Nella donna può verificarsi un calo della libido, dovuto anche all’aumento degli ormoni della lattazione. Parlarne con il partner (che potrebbe sentirsi rifiutato e nutrire gelosia nei riguardi del bambino “usurpatore”) è l’atteggiamento migliore.

10 IN FORMA CON IL BEBÉ

Nel vostro programma di recupero della vostra forma fisica coinvolgete anche il vostro piccolo. Come? Con la passeggiata quotidiana, scegliendo un percorso lontano dal traffico e silenzioso, per consentire al piccolo di riposarsi. In alcune Asl sono attivi dei corsi di ginnastica per neomamme con bimbi (tenuti da puericultrici), ma potete allenarvi anche a casa con esercizi da farsi con il bimbo in braccio al posto dei pesi.

Paura del dolore

Molte donne temono che, dopo il parto, i rapporti sessuali possano essere dolorosi. Capita se nel corso del parto si è subita Pepisiotomia o si hanno avuto delle lacerazioni. Può essere d’aiuto in questo caso una ginnastica molto semplice per riattivare i muscoli del perineo, da farsi un paio di volte al giorno: contrarre e rilasciare la muscolatura (come se si dovesse trattenere la pipì) per 20 volte consecutive. Se il dolore durante i rapporti persiste ed è localizzato in un punto preciso, meglio consultare il proprio ginecologo.