In che modo mi dovrei preparare all’ intervento di cambio protesi?

In alcuni casi, il tuo chirurgo plastico può consigliarti di sottoporti ad una mammografia di base prima dell’ intervento di revisione. Dopo l’ intervento ti sarà comunque possibile controllare il tuo seno tramite l’ autopalpazione.

Queste sono tecniche elettive e la sicurezza del paziente è la cosa più importante da tenere in considerazione. Se si è fumatrici verrà chiesto di smettere di fumare prima della data dell’ intervento e per un periodo di tempo anche dopo così da ridurre al minimo possibili complicazioni. Aspirina e altri tipi di medicinali antinfiammatori possono aumentare la possibilità di emorragie, quindi si dovrà evitare di farne uso un tempo prestabilito prima dell’ operazione. E’ possibile venga chiesto di sottoporsi ad ulteriori test clinici ma dipende dall’ età e dallo stato di salute.

L’ intervento di revisione è solitamente trattato come intervento senza necessità di ricovero , se questo fosse il caso vostro bisogna assicurarsi di poter aver qualcuno che guidi o che comunque vi porti a casa dopo l’ intervento e che stia con voi almeno le prime notti di degenza.

Dove vengono eseguite le incisioni?

Le incisioni praticate dipendono da che tripodi modifiche si vogliono fare. Per un più semplice intervento di chirurgia di revisione protesica alla capsula, il chirurgo dovrebbe essere in grado di riutilizzare le incisioni originarie risalenti al primo intervento. Se l’ intervento invece prevede lo spostamento di capezzoli ed areole, ci sarà necessità di utilizzare le incisioni della mastopessi. Un incisone sarà intorno l’ areola nei più semplici dei casi dove non si richiede un eccessivo rialzamento di posizione. Per le volte in cui si avrà bisogno di una maggiore tensione come un nuovo lifiting , verrà eseguita un’altra incisione verticale che parte dalla parte inferiore dell’ areola fino alla solco sottomammario. La terza incisione è orizzontale sotto il seno e seguirà la naturale curva del solco sottomammario. Se i capezzoli necessitano di essere sollevati , questi e le areole rimarranno attaccati al tessuto sottostante, questa procedura di solito permette di mantenere la possibilità di allattare e la sensibilità della parte.

Come sarà il giorno dell’ intervento?

Probabilmente l’ intervento si eseguirà o in ospedale o in regime di day hospital in ambulatori specializzati. Come durante il precedente intervento e per comodità, le medicazioni verranno eseguite durante l’operazione, solitamente ai pazienti che si sottopongono a questo tipo di intervento gli viene somministrata un anestesia locale e una sedazione endovenosa, da non escludere l’ utilizza dell’ anestesia totale se necessaria.

Quando l’ intervento è terminato, il paziente verrà portato presso un area di ricovero post operazione per il monitoraggio. Il seno invece verrà avvolto in un bendaggio di garza o verrà indossato in un reggiseno post-chirurgico , la scelta dipenderà dalle preferenze del medico. Ti verrà concesso di poter tornare a casa poche ore dopo l’ intervento, a meno che tu e il tuo chirurgo non decidiate sia meglio passare la notte in ospedale per poter avere tutti i servizi chirurgici per qualsiasi evenienza durante tutta la notte.

Che aspetto avrà e come lo sentirò il mio seno dopo l’ intervento di revisione è stato svolto?

Si dovrebbe essere in grado di alzarsi e camminare il giorno stesso dell’ intervento. Dipende da cosa deciderà il chirurgo plastico, i bendaggi verranno rimossi entro pochi giorni dopo l’ intervento. Uno o due giorno dopo la prima degenza, si dovrebbe iniziare la guarigione. Ti verranno date delle indicazioni per indossare un reggiseno di supporto all’ inizio del processo di guarigione. Probabilmente il tuo chirurgo ti darà la possibilità di fare una doccia tra il primo ed il terzo giorno seguenti all’ operazione l’ importante è non immergere il seno sotto l’ acqua in una tub, spa o Jacuzzi per almeno quattro settimane dopo l’operazione fin quanto non si sarà guariti del tutto. I cerotti che non si dissolvono autonomamente verranno rimossi in circa una settimana.

Alcune discromie e gonfiori possono verificarsi in fase iniziale , Ma queste scompariranno non ap-pena terminato il processo di guarigione. La maggior parte dei gonfiori residui si risolveranno entro un mese. Per guarire completamente per quanto riguarda l’ intervento di revisione , il processo avrà un termine un po’ più lungo rispetto alla prima operazione sostenuta.

E’ fondamentale seguire scrupolosamente tutte le indicazioni ricevute e rimanere in stretto contatto con il proprio chirurgo ed il suo studio per la guarigione.

Quando potrò riprendere le mie normali attività dopo l’ intervento?

Mentre per riprendere le normali attività ci si impiega qualche giorno , è importante per il recupero alzarsi e muoversi magari camminando Dopo un intervento di revisione, è spesso possibile poter tornare a lavoro entro 7 o 10 giorni, dipenderà dal tipo di mansione è prevista nella propria profes-sione. Attività pesanti a livello fisico dovranno essere evitate per almeno un paio di settimane dopo l’ intervento. Dopo di che bisogna comportarsi cautamente e con la massima accortezza per almeno il mese successivo. Il tuo chirurgo plastico saprà fornirti di consigli e direttive per quanto riguarda le attività fisica da intraprendere o meno.

Per quanto tempo durerà l’ effetto dell’ intervento di revisione?

A meno che non si abbiano delle perdite o aumenti di peso significativi o si debba intraprendere una gravidanza , l’ aspetto del tuo nuovo seno rimarrà per lo più permanente. Ad ogni modo, l’ effetto di gravità ed il progressivo invecchiamento alterano la forma di ogni seno, come succede per i seni di tutte le donne. E’ importante capire che anche il peso deella protesi utilizzata influisce su come apparirà il seno con il passare del tempo. L’ obbiettivo della revisione di un seno è quello di agevolare e rinnovare il seno dandone un spetto più giovane.

Potrò rivolgermi alla mia assicurazione per la copertura dei costi dell’ intervento?

L’ intervento di revisione al seno, inteso come intervento di chirurgia estetica, generalmente non viene riconosciuto come spesa rimborsabile dalle assicurazioni. In alcune circostanze , ad ogni modo , la copertura dei costi da parte dell’ agenzia assicurativa a volte è possibile. Per esempio, se l’ operazione si pratica su di una paziente che ha appena subito una ricostruzione del seno, il seno op-posto necessita di essere modificato per avere la giusta simmetria da entrambe le parti. Molti fattori determinano l’ eleggibilità per la copertura assicurativa, da non escludere le specifiche condizioni contrattuali sottoscritte. Una lettera di predeterminazione potrebbe essere richiesta prima dell’ intervento. Avrai modo di chiarire ogni tipo di dubbio in merito.